Champagne DEHOURS & FILS
Cerseuil
Vallée de la Marne
RM

Il concetto di « vin de Champagne » per Jérôme Dehours è molto chiaro:
si tratta di un’opera sempre in divenire in cui tutte le tappe fondamentali, dalla vigna allo champagne, attraverso la vinificazione e l’affinamento, hanno un denominatore comune: la ricerca di autenticità, il profondo rispetto della natura e la congiunzione di elementi e fattori unici al mondo.

Il nonno Ludovic, negli anni ’30, è stato un pioniere fra i vignerons indipendenti.

Negli anni ’70 suo padre, Robert, è stato un precursore, insieme ad altri, dell’idea della riserva qualitativa, sistema adottato per preservare una parte di un’ottima vendemmia per utilizzarla in momenti di difficoltà per annate non buone.
Nel 1996 Jérôme e la sorella riorganizzano il domaine di famiglia e, senza rivendicare etichette e classificazioni particolari, ha come obiettivo la valorizzazione dei terroirs che coltivano in modo naturale e inseguendo un disegno di eccellenza senza concessioni.

42 parcelle a Mareuil-le-Port, Œuilly e Troissy, la riva sinistra della Marna, il cui 65% è piantato a Meunier, con un po’ di Chardonnay e pochissimo Pinot Noir. Vigne che partono dalla cima della collina e si estendono sino alla piana della valle della Marna e di Flagot dove una ventilazione naturale rende ideale la coltivazione dell’uva.

Le rese sono state diminuite e si producono vini d’assemblaggio oltre ad alcuni parcellari.
Ogni anno una specifica parcella viene prodotta solo ed esclusivamente in magnum.
Dal 1998 il vino di riserva è conservato e invecchiato con il sistema solera, in parte in serbatoio d’acciaio, in parte in barriques.

 

 

 

 

 

 

 

TORNA A PRODUTTORI