Champagne ÉLIANE DELALOT
Valée de la Marne
RM

Nella parte più a ovest della Vallèe de la Marne, verso Château Thierry, si trova questo minuscolo domaine ancora lavorato interamente a mano.

Éliane Delalot, una esile signora di altri tempi che, all’ottava generazione di una famiglia di vignerons, ha sempre lavorato l’ettaro di vigna di proprietà a mano, senza il supporto alcuno di mezzi meccanici e di prodotti nocivi.

Questo suo approccio è sfociato naturalmente, nel 2010, nella conversione al biologico dell’azienda che ora è seguita dal figlio di Éliane, Jérôme Léfevre, che ha lasciato il lavoro come insegnante di Storia dell’Arte per impegnarsi nell’arte di fare Champagne. E gli sta riuscendo molto bene!

Dunque 1 ha di vigna piantata a Meunier, Pinot Nero e poco Chardonnay per una produzione di nemmeno 8.000 bottiglie.

Le cuvée sinora prodotte: Les Dionysiaques, Pléiades (di nuovo disponibile da fine 2018), Les Illuminations (rosé de saignée), Millésime 2013.